Codice Deontologico

CODICE DEONTOLOGICO E NORME DI CONDOTTA PER L’OPERATORE TMA – METODO MAIETTA


1. Le linee guida e le norme di condotta di seguito descritte dovranno essere rispettate dai Supervisori, dai Coordinatori e dagli Operatori TMA - Metodo Maietta.

2. L’accettazione senza riserve del Codice Deontologico e delle Norme di Condotta rappresenta il requisito di base per l’iscrizione al costituente Albo Nazionale degli Operatori TMA - Metodo Maietta.

3. L’Operatore TMA - Metodo Maietta (inclusi i Supervisori e i Coordinatori) iscritto nell’Albo è tenuto alla conoscenza delle regole presenti nel codice di condotta e l’ignoranza delle medesime non esime da responsabilità personali.

4. Gli Operatori TMA - Metodo Maietta forniscono la propria prestazione professionale relativa alla TMA - Metodo Maietta solo se autorizzati dall'ideatore del metodo e solo nell’ambito delle proprie competenze, che sono fondate sul superamento del corso di formazione per Operatori TMA - Metodo Maietta, sul loro curriculum di studi, sulle esperienze condotte sotto supervisione diretta di Supervisori / Coordinatori TMA - Metodo Maietta e su un’adeguata pratica professionale.

5. Durante l’applicazione della metodologia e degli interventi strutturati seguendo i principi della stessa, l’Operatore TMA - Metodo Maietta esprime solo le valutazioni riferitegli dal suo Supervisore / Coordinatore ed espone le ipotesi interpretative, gli obbiettivi previsti ed i limiti dei risultati riferitigli in seno alla supervisione.

6. L’Operatore TMA - Metodo Maietta opera in un contesto di intervento che non può prescindere dalla figura del Supervisore, il quale si occupa della stesura del programma individualizzato, costruito sulla valutazione delle diverse aree funzionali dell'utente. Per garantire la giusta applicazione della metodologia e assicurare la qualità del servizio offerto, è necessario che l’Operatore sia supervisionato periodicamente. L’Operatore TMA – Metodo Maietta attuerà l’intervento definito dal Supervisore / Coordinatore seguendo il programma fornitogli. Egli comunica al genitore o tutore, ove non possibile che venga fatto dal Supervisore / Coordinatore, ogni variazione ed implementazione di detti programmi prima di attuarli o di apportare ad essi modifiche sostanziali.

7. L’Operatore TMA - Metodo Maietta si astiene dall’intraprendere o dal proseguire qualsiasi attività lavorativa ove propri problemi o conflitti personali, possano interferire

1 con l’efficacia delle sue prestazioni o che possano renderla dannosa alle persone cui sono rivolte. Costituisce una grave violazione deontologica effettuare interventi rivolti a persone con le quali ha intrattenuto o intrattiene relazioni significative di natura personale, in particolare di natura affettivo-sentimentale e/o sessuale.

8. All’Operatore TMA - Metodo Maietta è vietata qualsiasi attività che, in ragione del rapporto professionale, possa produrre per lui indebiti vantaggi diretti o indiretti di carattere patrimoniale o non patrimoniale, ad esclusione del compenso pattuito.

9. L’Operatore TMA - Metodo Maietta evita, inoltre, di assumere ruoli professionali e di compiere interventi nei confronti dell’utenza che possano comprometterne la credibilità e l’efficacia.

10.L’Operatore TMA - Metodo Maietta non potrà effettuare attività similari come interventi personalizzati in acqua con bambini diversamente abili, che possano creare confusione sulla tipologia di prestazione effettivamente offerta.

11.L’Operatore TMA - Metodo Maietta, nella fase iniziale del rapporto professionale, fornisce all’utenza, informazioni adeguate e comprensibili circa il suo intervento. Riferisce all’utente le finalità, le modalità della metodologia e le norme della riservatezza. Pattuisce quanto attiene al compenso lavorativo attenendosi alle indicazioni fornite dal proprio Supervisore e illustrate durante il corso. La misura del compenso non può essere condizionato all’esito o ai risultati dell’intervento professionale. Qualora sia già presente un Coordinatore, tali aspetti verranno gestiti dal suddetto.

12.Nelle Regioni ove sia già presente un Coordinatore, l’Operatore TMA – Metodo Maietta fa riferimento allo stesso per quanto concerne l’apertura di nuovi Poli, i rapporti con i nuovi utenti, e quanto legato all’attuazione dell’intervento. Il Coordinatore funge inoltre da tramite tra l’Operatore e il Supervisore TMA – Metodo Maietta.

13.I rapporti fra gli Operatori TMA - Metodo Maietta devono ispirarsi al principio del rispetto reciproco, della lealtà e della collaborazione. L’Operatore TMA - Metodo Maietta si astiene dal dare pubblicamente giudizi negativi su colleghi relativi alla loro formazione, alla loro competenza ed ai risultati conseguiti a seguito di interventi professionali, soprattutto se tali giudizi siano volti a sottrarre utenti ai colleghi in qualsiasi modo, tanto più attraverso una concorrenza sleale.

14.Nel caso in cui l’Operatore TMA - Metodo Maietta sia testimone di una probabile violazione legale o etica prende i provvedimenti necessari per proteggere l’utente. L’Operatore informa della violazione i propri referenti che provvederanno a riferirlo all’autorità competente.

2 15.L’Operatore TMA - Metodo Maietta non potrà in alcun modo utilizzare il marchio registrato TMA - Metodo Maietta, in nessuna occasione e su alcun supporto se non preventivamente autorizzato.

16.L’Operatore TMA - Metodo Maietta è tenuto a regolarizzare la propria posizione fiscale secondo le normative vigenti.

17. L’Operatore TMA - Metodo Maietta che deciderà di non applicare più i criteri previsti dalla metodologia o qualora siano riscontrabili nella sua condotta errori e/o violazioni tali da compromettere la corretta applicazione della metodologia, verrà escluso dalla lista degli Operatori TMA - Metodo Maietta abilitati, ciò ad insindacabile giudizio dell'ideatore. L'Operatore TMA - Metodo Maietta escluso dalla lista non potrà più avere accesso ai supporti previsti dalla metodologia così come non potrà più utilizzare i loghi e le denominazioni Terapia Multisistemica in Acqua – Metodo Maietta o T.M.A. - Metodo Maietta. Qualora detto divieto fosse inatteso si farà ricorso in sede giudiziaria a tutela dei diritti lesi. Per qualsiasi controversia sarà competente esclusivo il Foro di Santa Maria Capua Vetere.




Moralità scientificità deontologia
E' il codice deontologico che ongi operatore avvalli prima di esercitare la TMA

Scarica


Copyright © 2022 ABC-TMA s.r.l. tutti i diritti sono riservati